Cerca
  • Martina Collu

Il quaderno del lupo: come risolvere i problemi senza stress

Per la prima lettura dell’anno mi sono dedicata agli esercizi per l’anima, che non fanno mai male e contribuiscono a individuare i propositi per i mesi che verranno.

Il quaderno del lupo. Come risolvere i problemi senza stress di Paolo Mosca, autore televisivo e regista, è un piccolo manuale di self-help molto carino e ben strutturato. In appena 55 pagine è capace di prospettare una nuova visione di tutti quegli ostacoli che l’essere umano chiama “problemi” e una possibile soluzione. Una lettura piacevole per gli amanti delle filosofie e religioni orientali e adatta anche a chi, come me, è sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo e tende alla valorizzazione personale. Quindi, quale modo migliore di iniziare il 2021?


In apertura ho parlato di esercizi per l’anima non a caso: Il quaderno del lupo, infatti, è una breve raccolta di esercizi, di compiti da svolgere ai quali l’autore dedica uno spazio vuoto nel libro stesso. Le lettrici e i lettori sono invitati a cogliere i diciotto insegnamenti e a riempire i quadretti con la propria scrittura, o i propri disegni, in uno stimolante gioco di creatività, fruttuoso per la mente così come per il fisico.

L’autore, nella sua premessa, distingue innanzitutto i problemi dai pericoli: se si deve affrontare un pericolo non c’è manuale che tenga, si deve necessariamente ricorrere all’istinto, ma se ci si trova di fronte a un problema abbiamo dalla nostra parte anche il tempo di risolverlo.

Cosa sono i problemi, dunque? È davvero così grave ciò che ci sta accadendo? È giusto chiedere aiuto, o rischiamo di aggredire chi ci ascolta con la nostra negatività? Perché, a volte, sentiamo che ci stiamo contraddicendo con i nostri stessi atteggiamenti?


Il libro, scritto con un prosa semplice e per niente ridondante, offre una risposta a tutte queste domande e a molte altre ancora. Consiglio dopo consiglio, si scopre con una certa soddisfazione che fermarsi a conoscere sé stessi non è affatto una perdita di tempo. L’essere umano è in costante evoluzione, le caratteristiche di ognuno di noi si modellano sulla base degli ostacoli che ci vengono proposti, ma, come afferma l’autore, a volte risalire all’etimologia delle parole ci viene in soccorso e ci aiuta a comprendere che problema e soluzione significano che è possibile “sciogliere gli ostacoli”, rimuoverli dal nostro percorso. Ricominciare a chiedersi il perché di ciò che accade, come fanno i bambini, dare nomi buffi alle nostre paure in modo da esorcizzarle, o arrendersi al problema per non doverlo più combattere. Resta solo da chiedersi quale possa essere l’alternativa più adatta a ognuno di noi.


Dagli anni ’90, Paolo Mosca collabora come autore televisivo con i maggiori network, ha diretto numerose produzioni d’arte insieme alla regista Elisabetta Sgarbi, e ha dimostrato la sua poliedricità con Passeggeri Oscuri, piccola guida filosofica alle serie TV, tradotto anche in inglese.

Il quaderno del lupo è disponibile su Amazon.





57 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti